[BikePackyng]  La nostra esperienza con Cannondale Synapse carbon HM (1)

L’attività touring su strada è una di quelle svolte da alcuni dei nostri ciclisti dello staff nel ridersbike.net Da recente abbiamo acquistato presso un negozio di Firenze (1) un kit di borse che vengono inserite nel cosiddetto bikepacking, ovvero una nuova forma di turismo in bici con un mix di bitume e sterrato. Nel nostro caso specifico l’utilizzo del bikepacking è più bitumato, per capire se effettivamente c’è una differenza nel peso, carichi predisposti, manovrabilità bici, ed altro ancora che spesso ascoltiamo dai più esperti dell’avventura e dei viaggi.

Il vero e proprio bikepacking dovrebbe avere come utilizzo una gravel od una mtb oppure una bici endurance con copertoni da minimo 30 un pò tassellati. Secondo alcuni bikers il gruppo dovrebbe essere un 1X, ma qui si dividono i pensieri sulla basa dell’esperienza ed ovviamente dipende che allenamento hai, dove vai, quanto carico ti porti dietro, quindi di base è preferibile un 2X, più versatile e meno faticoso. Poi c’è chi monta il 3X…ma siamo su un pianeta di viaggi del tipo da Oslo a Stoccolma oppure da Hiroshima a Tokyo, ecc.

La geometria gioca un ruolo fondamentale: per i viaggi touring e bypk si punta alla comodità cioé un telaio che è in grado di assorbire  le vibrazioni provenienti dal terreno. Questo si traduce nel scegliere una bici con il carro posteriore particolarmente lungo il quale consente pedalate fluide e senza scossoni, perfetto per chi macina tanti km senza la necessità di scattare.

La Cannondale Synapse carbon , da noi scelta per il byPk, è una via di mezzo; è la versione precedente, quindi più comoda ma anche un pò racer per non impallarsi durante il viaggio, anche se, ovviamente, per i corridori questa bici è, per loro, inadatta definita anche un ‘carretto della frutta’. La prossima Synapse che utilizzeremo sarà forse l’attuale versione, ovviamente con cerchi non in carbonio.

Per diversi che abbiamo intervistato, il carbonio non è adatto al touring men che meno il bypk, la forcella per diversi deve essere rigida, inoltre se utilizzi una bici in alluminio hai gli attacchi in forcella per portapacchi. Questo però diciamolo è per i tourer, ma i bypk riteniamo differente il concetto nell’uso delle borse, indi per cui un carbonio, robusto e non troppo morbido, potrebbe andar bene come un alluminio che ha una forcella in carbonio.

Il cambio ed il gruppo. Shimano è l’azienda con il migliore sistema di distribuzione in giro per il mondo ed è (quasi) sempre compatibile con altre marche. Quale gruppo montare? Dipende dal tipo di bici che si utilizza. Per la bici da corsa (Gravel / Endurance), va bene anche un 10, ma anche un ultegra di ultima generazione è ottimo.

freni…qui c’è chi preferisce freni classici, chi il disco (meccanico, piuttosto che idraulico). Noi sulla Synapse che vedete in foto abbiamo freni meccanici standard, ma nel nostro gruppo di esploratori tourer e bypk ci sono anche bici con disco idraulico e meccanico.  Il miglior sistema di frenata è per molti quello idraulico, in quanto risulta prestante anche sul bagnato, in discesa e a pieno carico.

La sella, croce e delizia, di tutti i ciclisti. Sulla Synapse è montata una Cannondale, ottima, comfortevole, limita lo schiacciamento del perineo a differenza di altre selle più blasonate e costose. Stiamo valutando l’acquisto di una Respiro di Selle Royal che, dicono in diversi, è probabilmente quella più adatta alla tipologia di viaggi anche nel byPk.

I pedali sono gli M324 della Shimano e possono essere utilizzati sia con scarpe dotate di tacchette SPD, sia con scarpe senza tacchette. L’ideale per il cicloturismo. Resistenti a qualunque cosa. Qualcuno riderà vedendo questi pedali su una bici da corsa, ma a noi non importa un fico secco.

Alcuni dettagli tecnici

bici Cannondale Synapse, con copertoni da 25 Schwalbe One,
due borse Lezyne di 7litri cadauno, anteriore e posteriore.
triangolo al telaio di marca anonima, che contiene al suo interno barrette, multitool, cacciagomme, chiavi, mantellina antivento/antipioggia, etc.
borsetta manubrio topeak con  telefono, documenti, fazzoletti, ecc.

Nelle borse Lezyne ci sono oggetti che non devono per nessun motivo bagnarsi, ma vanno divisi tra puliti e sporchi, tra cibo e attrezzi. L’intelligenza vuole che questi vengano suddivisi utilizzando delle borsine di plastica impermeabili.

Il cibo e l’acqua sono pesanti.
Con circa 16lt di stivaggio bisogna anche pensare che acqua e cibo sono importanti, ma pesano nel trasporto. Quindi snack come barrette di müsli, marmellata pressata, frutta secca sono tutti ottimi spuntini a metà strada per assicurare l’energia indispensabile, in quanto vengono efficientemente bruciati dal corpo come combustibile durante gli sforzi sostenuti in sella. Per pasti più consistenti come la colazione, il pranzo e la cena, i cibi che si comprimono sono focacce, torte di riso e pasti disidratati, spesso favoriti per le loro ridotte dimensioni. Una buona regola empirica con il cibo è calcolare il numero di pasti che probabilmente richiederà, quindi aggiungere altri due, per ogni evenienza.

Quando si tratta di liquidi, è ampiamente suggerito che si dovrebbe mirare a prendere almeno un litro di liquido per ora di guida. Ovviamente ciò varia in base alla temperatura ed è sempre consigliabile trasportare almeno due o tre borracce di acqua, distribuendo in ognuna sali e acqua semplice. Questo per rimanere adeguatamente idratati tra le fonti d’acqua, durante la guida. Ovviamente segnarsi in anticipo, se possibile, le fonti di acqua potabile o dove trovare esercizi commerciali che vendono acqua. In caso contrario, ovvero siete in un posto lontano da acqua potabile è sempre preferibile portarsi un filtro che elimina i batteri dall’acqua di fiumi, fontane, ecc. Leggete questo nostro apposito post sui filtri acqua.

Il peso in totale in base al tipo di viaggio, bici da utilizzare.
Ridurre il peso di cose pesanti prima, poiché spesso hanno il peso maggiore dopo:
1. Bici (7-12 kg)
2. Tenda (1500 g )
3. Sacco a pelo (1000 g )
4. Materassino (500g)
5. Attrezzatura da cucina (500g)
6. Abbigliamento e accessori leggeri (200g)

Per dormire, la tenda o un giaciglio più comodo? Dipende da quanto siete avventurieri!
La classica opzione ultraleggera è una configurazione tarp come questa: Zpacks Hexamid Pocket Tarp. Pesa 179 grammi con un palo in fibra di carbonio.

Note varie
La bici Cannondale Synapse, le borse Lezyne e altri accessori, sono acquistati presso il negozio Bicisport di Firenze.
Il resto del materiale da campeggio e abbigliamento non sportivo, lo abbiamo acquistato in altri negozi specializzati.

Pubblicazione contenuti. Per inviare notizie e articoli con foto e /o video, utilizzare la mail: ridersbiker@gmail.com. Per controversie sui contenuti del sito web, rivolgersi sempre al nostro consulente legale Avv. Simone Valenti di Firenze.

Lascia un commento