China, Xi’an Center for the Conservation and Restoration of Cultural Property

Nel 1994 la Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo affidò all’Is.M.E.O. la realizzazione dello Xi’an Center for the Conservation and Restoration of Cultural Property che ha costituito la pietra miliare cui poi hanno fatto riferimento le successive iniziative.

Il progetto venne finanziato mediante una donazione pari a 2.400.000 euro e furono creati laboratori scientifici, di restauro e servizi tecnici per un totale di 1500 metri quadrati, attrezzati con le più moderne tecnologie. La sezione diagnostica del centro disponeva delle principali metodologie di indagine chimico-fisica.
Nel corso dei tre anni di collaborazione sino-italiana vennero impiegati nella R.P.C. 50 esperti italiani provenienti dalle principali istituzioni scientifiche del nostro paese. Nel Corso Biennale di Restauro vennero formati 20 restauratori specializzati in ceramica e metalli. Furono inoltre perfezionati nel settore della diagnosi scientifica 13 tecnici. Infine venne condotto un cantiere di restauro nell’area archeologica di Daijiawan, presso la città industriale di Baoji, per l’addestramento sia sulle tecniche di documentazione dello scavo archeologico, sia nella conservazione in situ.

Fonte: CI

Pubblicazione contenuti. Per inviare notizie e articoli con foto e /o video, utilizzare la mail: ridersbiker@gmail.com. Per controversie sui contenuti del sito web, rivolgersi sempre al nostro consulente legale Avv. Simone Valenti di Firenze.

Lascia un commento