Ciclismo, La salita: come affrontarla (ultima parte)

Per concludere una semplice strategia per affrontare una salita: molti, sbagliando la distribuzione dello sforzo, “attaccano” le salite con un rapporto troppo impegnativo (cadenza inferiore alle 70-75 pedalate al minuto) per poi alleggerire il rapporto col progredire dei chilometri e della fatica. Questo è un errore banale poiché è meglio cominciare la salita, a parità di pendenza, con un rapporto più agile di quello che tendenzialmente si userebbe.

Con il passare dei chilometri si potrà progressivamente aumentare il ritmo e ritornare ad utilizzare i rapporti che si usano abitualmente.

Inoltre questa strategia di distribuzione permette di utilizzare più agevolmente un rapporto più impegnativo nel momento che è richiesto alzarsi sui pedali.

Tutto ciò permette di mantenere costante la potenza espressa sui pedali a parità di frequenza cardiaca e di poter concludere la salita magari con uno scatto decisivo per staccare gli altri o migliorare il proprio tempo di scalata.

Fonte: http://www.corrintime.com

Pubblicazione contenuti. Per inviare notizie e articoli con foto e /o video, utilizzare la mail: ridersbiker@gmail.com. Per controversie sui contenuti del sito web, rivolgersi sempre al nostro consulente legale Avv. Simone Valenti di Firenze.

Lascia un commento