Cicloturismo in Toscana, dove, come, con chi o da soli

La Toscana è la meta da noi preferita in quanto la redazione del magazine Ridersbike© ha la sua sede in Firenze. Nella regione vi sono itinerari e percorsi adatti a quasi tutti coloro che svolgono questa attività sportiva, agonistica o semplicemente slow. Gli itinerari sono quelli che inseriscono vari aspetti morfologici del terreno, abbinati anche alla cultura, l’arte, la gastronomia; si spazia quindi dalle città d’arte ai piccoli borghi medievali arroccati, percorrendo strade a scarso traffico o strade bianche, a secondo di quello che un ciclista od un gruppo desidera svolgere. I bikers più allenati hanno a disposizione percorsi con salite dal 15/20%, senza bisogno di dover andare sulle Alpi Apuane, oppure i numerosi passi appenninici o la salita del Monte Amiata.

Le strade sterrate non sempre sono adatte al ciclista slow, scarsamente allenato.

I sentieri non sono attrezzati per chi pratica lo sport della MTB, quindi si consiglia di portarsi acqua e cibo quando si va da soli nei percorsi, oltre a cartina e se possibile il GPS.

I mesi migliori per pedalare in toscana sono aprile, maggio, la prima quindicina di giugno e i mesi di settembre e ottobre.

I mesi di Luglio e Agosto sono da evitare per il caldo torrido, però i più incalliti ciclisti sanno che basta alzarsi la mattina preso od andare in notturna, per divertirsi ugualmente.

Le zone da evitare, nei mesi più caldi, sono quelle ove infestano tafani, zanzare tigre, zecche, cioé l’entroterra e, quindi, preferibile orientarsi sulla costa o meglio ancora la montagna.

Per i ciclisti sportivi ed agonisti, regolarmente iscritti ad associazioni affiliate UISP, CONI e FIC, c’è la possibilità di prendere informazioni presso il team locale per fare allenamenti da soli o in compagnia.

Pubblicazione contenuti. Per inviare notizie e articoli con foto e /o video, utilizzare la mail: ridersbiker@gmail.com. Per controversie sui contenuti del sito web, rivolgersi sempre al nostro consulente legale Avv. Simone Valenti di Firenze.

Lascia un commento