[Test] Defeet Decompressor sock, calze a decompressione

Il principio scientifico della compressione è quello di favorire il ritorno venoso del sangue dal polpaccio perché possa riossigenarsi e tornare ai muscoli privo di tossine.
Quindi gli sportivi che desiderano defaticare più velocemente il muscolo del polpaccio, alla fine di un intenso impegno agonistico, avrebbero la “riossigenazione” dal ritorno venoso degli arti. La pubblicità su queste calze, per alcune aziende, travalica anche il grottesco, ma l’effetto compressione non è certo paragonabile a un massaggio e né a liberare i muscoli dall’acido lattico(1):

infatti gli atleti dovrebbero sapere che esso si smaltisce velocemente anche senza nessuna azione. L’indolenzimento muscolare è provocato da microlacerazioni muscolari. (2)

TEST PRODOTTO

Sul mercato vi sono varie marche che vendono due tipi di calze a compressione, cioé quelle con il calzino e quelle soltanto per il polpaccio. Il nostro scetticismo è per le prestazioni che ne possono confluire indossandole durante la gara o l’allenamento; piuttosto l’efficacia si ha dopo, con una riduzione anche del gonfiore alle caviglie. Le calze non sono indicate per coloro che hanno malattie delle arterie, venose e linfatiche degli arti inferiori, in dermatosi trasudanti e infettive, piaghe o ulcere cutanee o in caso di allergia ai materiali contenuti (cotone, lycra, poliammide ecc.). La calza deve essere sfilata immediatamente in caso di formicolio, crampi o dolori a livello della gamba o del piede. Abbiamo avuto modo di parlare con alcuni atleti e noi abbiamo provato le Defeet Decompressor confrontandole con le X-Bionic Bike Energizer. Alla fine del test riteniamo che le calze si eguagliano, forse una traspira un pò di più rispetto ad un’altra, ma la nostra scelta è andata alla DeFeet testata a 20-40 mmHg. Il decompressore della calza Defeet è dotato di un sottile Levitator Lite per la traspirazione e rapida asciugatura. La compressione del polpaccio aiuta veramente a migliorare la circolazione del ritorno venoso, alleviando la fatica delle gambe. Il tempo massimo del prodotto indossato è stato di due ore, dopo abbiamo iniziato ad avere formicolii. L’acquisto di questo prodotto, come altri simili, deve essere dopo aver parlato con il proprio medico sportivo per avere le informazioni più dettagliate su come, quando, perché.

Di seguito la scheda tecnica del Defeet Decompressor

-Materiali: 62% di Lycra ®, il 23% CoolMax ® EcoMade ®, il 13% Nylon, 2% elastico
-Made in USA

* 1 colore: Nero
* 4 taglie: Small, Medium, Large, X-Large

EU MEN WOMEN DeFeet
36 – 39 – 6 – 8 S
40 – 42.5 7 – 9.5 8.5 – 10.5 M
43 – 45.5 10 – 12 11 – 13 L
46 – 48 12 – 14 – XL

Circonferenza Media
31 – 38cm 12 – 15in 20mmHg
38 – 43cm 15 – 17in 30mmHg
45 – 50cm 18 – 20in 40mmHg

NOTE

(1) L’acido lattico o lattato è un sottoprodotto del metabolismo anaerobico lattacido. Si tratta di un composto tossico per le cellule, il cui accumulo nel torrente ematico si correla alla comparsa della cosiddetta fatica muscolare. Il lattato viene prodotto già a partire da basse intensità di esercizio; i globuli rossi, per esempio, lo formano continuamente anche in condizioni di completo riposo. (fonte) L’acido lattico viene smaltito nel giro di un’ora/un’ora e mezza (a seconda del grado di allenamento del soggetto) e la sua quantità si dimezza ogni 15 minuti (per gli individui non allenati) fino ad arrivare anche a 7 minuti o meno (per gli individui molto allenati). – (mtbforum)

(2) L’indolenzimento ad insorgenza ritardata (meglio noto con l’acronimo anglosassone DOMS: Delayed Onset Muscle Soreness), invece, è causato da microlacerazioni muscolari che originano processi infiammatori, seguiti poi da un aumento della sensibilità nelle zone muscolari maggiormente sollecitate per via di un incremento delle attività ematiche e linfatiche. Gli effetti dei DOMS solitamente si avvertono tra le 12 e le 72 ore circa dallo sforzo fisico intenso, perdurando anche per 5-6 giorni consecutivi. (mtbforum)

___________________________________________
SPOT PUBBLICITARIO
Prodotto acquistato presso il negozio Bicisport – Firenze.
____________________________________________

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.