[Firenze in Bici] Cultura e Turismo: Torre della Pagliazza

La torre della Pagliazza si trova nella piccola piazza Sant’Elisabetta, nella parte più antica del centro di Firenze. Le origini di questa struttura, da molti additata come l’edificio più antico di Firenze che abbia mantenuto un aspetto originario, sono incerte, tra il VI e il VII secolo, seppure poggi su fondazioni più antiche di epoca romana.

La torre fu quindi innalzata secondo alcune teorie dai bizantini, quando entrarono in città durante la guerra gotica come parte della fortificazione dell’anello rimpicciolito di mura (una cinta comunque la cui reale esistenza è discussa tuttora dagli archeologi), secondo altre teorie dai longobardi un secolo dopo, come semplice casa-torre.

Durante l’alto medioevo non si conosce la sorte che ebbe l’edificio, e gli scavi non hanno dato strutture o materiali pertinenti a questo periodo.

A partire dal XII secolo le notizie si fanno più precise, quando viene citata nel 1268 come carcere, mentre nel 1285 è specificata la destinazione femminile. Il nome della torre deriverebbe infatti dai pagliericci sui quali giacevano le detenute.

Successivamente la torre fu reimpiegata come campanile della chiesa di San Michele alle Trombe o in Palco o in Palchetto, che fu rinominata nel ‘200 come chiesa di Sant’Elisabetta, della quale restano alcune tracce nell’edificio attiguo alla torre (una fonte battesimale e qualche pittura). La chiesa fu utilizzata fino al 1785, poi assorbita in una cortina di abitazioni private.

Oggi la torre e gli edifici attigui ospitano un albergo, anche se la struttura è di proprietà dell’Istituto Nazionale delle Assicurazioni, che ha finanziato un processo di restauro e valorizzazione della struttura da molti giudicato esemplare, su progetto dell’architetto Italo Gamberini (1983-1988).

Il restauro ha liberato la torre dalle strutture che la coprivano alla vista dalla strada, rendendole un aspetto vicino a quello nel XV secolo, come documentato da un’illustrazione del Codice Rustici, quando al pian terreno furono aperte alcune piccole botteghe, dopo la cessazione dell’utilizzo come carcere, mentre i piani superiori erano usati come abitazione e magazzini. Per mostrare i rinvenimenti archeologici degli scavi è stato allestito alla base della torre un piccolo museo, visitabile su richiesta.

Fonte: Wikipedia

-^-
Leggende e storie
Si narra che una donna sembra morì torturata all’interno del carcere e, quindi compare una volta l’anno, alla data della sua probabile prematura morte, aggirandosi all’interno dell’edificio.
Sembra però, da testimonianze varie, che i fantasmi sono più di uno e sarebbero di detenute uccise o morte di stenti, le quali si aggirano ancora nelle segrete la notte di Ognissanti.

Attualmente la Torre della Pagliazza è un Hotel…da brividi a pensare cosa c’era un tempo e quali nefasti accadimenti sono avvenuti!

———————–> Leggi il TOSCANAMAGAZINE.COM , un sito web ove puoi trovare queste ad altre notizie sulla cultura, arte, storia, ecc. <—————————————-

Pubblicazione contenuti. Per inviare notizie e articoli con foto e /o video, utilizzare la mail: ridersbiker@gmail.com. Per controversie sui contenuti del sito web, rivolgersi sempre al nostro consulente legale Avv. Simone Valenti di Firenze.

Lascia un commento