[Comunicato Stampa] GoPro, problemi al drone; richiamate 2500 unità

GoPro Inc. ha comunicato l’obiettivo di tagliare posti di lavoro a livello globale (si parla di 250 posti) e mettendo fine al proprio business dei droni, dopo un deludente quarto trimestre. La riduzione dei posti di lavoro e la ristrutturazione aziendale comporterà un addebito stimato di $ 23 a $ 33 milioni, la maggior parte dei quali sarà riconosciuta nel primo trimestre, ha detto la società.

“GoPro si impegna a trasformare la nostra attività nel 2018”, ha dichiarato Woodman nel comunicato. “Prevediamo che in futuro, la nostra roadmap unita a un modello di spesa operativa inferiore consentirà a GoPro di tornare alla redditività e alla crescita nella seconda metà del 2018”.

La società ha dichiarato che ora prevede vendite per circa 340 milioni di dollari, ben al di sotto della sua precedente proiezione fino a 480 milioni di dollari e la stima media di 472 milioni di dollari.

Le entrate hanno avuto un incremento di $ 80 milioni grazie allo sconto per i suoi droni Karma, così come la sua linea di Action Cam Hero, durante le festività natalizie, ha detto la compagnia.

A dicembre, GoPro ha iniziato a ridurre i prezzi per le sue vecchie Action Cam Hero5 Black, pur se aveva investito molto per commercializzare il prodotto, ha detto in una nota l’amministratore delegato Nicholas Woodman.

Concorrenza rigida
GoPro ha affrontato l’intensificarsi della concorrenza nel mercato delle action cam, in quanto le grandi aziende tecnologiche più note hanno iniziato a vendere prodotti simili. Alcuni analisti hanno affermato che le fotocamere Hero sono diventate una merce meno appetibile rispetto al passato. A novembre, l’analista di Raymond James Tavis McCourt ha scritto che non c’è stata una notevole commercializzazione della nuova ActionCam GoPro nella linea Hero, rispetto alle previsioni.

Il drone di GoPro Karma avrebbe dovuto quindi aiutare a far girare il business quando fu lanciato a settembre 2016. Invece, è stato afflitto da problemi dovuti a ritardi di produzione ed a un richiamo di 2.500 unità a causa di un problema di batteria. La Karma affronta anche la dura concorrenza della SZ DJI Technology Co., la più grande fabbrica di droni al mondo. GoPro ha dichiarato che i bassi margini e un mercato normativo ostile in Europa e negli Stati Uniti rendono il mercato dei droni “insostenibile”. Uscirà dal mercato dopo aver venduto il suo inventario rimanente e continuerà a servire i droni esistenti.

Woodman, che è stato il CEO più pagato negli Stati Uniti nel 2014, ridurrà il suo compenso dal 2018. Il Chief Operating Officer Charles Prober lascerà la compagnia a Febbraio 2018.

Fonte: https://gopro.com/news e l’assistenza di Julie Verhage -https://www.bloomberg.com/authors/ASM-svy7agU/julie-verhage

Pubblicazione contenuti. Per inviare notizie e articoli con foto e /o video, utilizzare la mail: ridersbiker@gmail.com. Per controversie sui contenuti del sito web, rivolgersi sempre al nostro consulente legale Avv. Simone Valenti di Firenze.

Lascia un commento