Il riposo fisico del ciclista

Il riposo fisico del ciclista, ma anche quello di qualsiasi altro atleta che pratica attività di endurance, può essere suddiviso in 2 tipi: riposo fisico post training e riposo fisico generale. Il riposo fisico post training è rappresentato dal tempo che deve intercorrere fra un allenamento e quello successivo. Si deve cioè far trascorrere un periodo di tempo tale da poter ripristinare le energie spese relativamente al raggiungimento del massimo picco supercompensativo. Il riposo fisico generale è invece quel tempo che viene dedicato al riposo notturno; non si può pensare di allenarsi intensamente dormendo solo poche ore per notte. È necessario dormire ininterrottamente e comodamente almeno 7-8 ore.(1)

Lo stress psicofisico a cui si sottopone un ciclista nella cicli di allenamento necessita delle giuste pause, per dar modo al fisico di rispondere alle sollecitazioni nella maniera più efficiente possibile. Il rischio di stanchezza cronica, dell’overtraining, è reale più di quanto possa sembrare. Fare di più non vuol dire fare meglio, bisogna ascoltare le sensazioni che il corpo trasmette e riconoscere il momento in cui serve recuperare da periodi troppo intensi.(2)

NOTE

(1)fonte

(2)fonte

Pubblicazione contenuti. Per inviare notizie e articoli con foto e /o video, utilizzare la mail: ridersbiker@gmail.com. Per controversie sui contenuti del sito web, rivolgersi sempre al nostro consulente legale Avv. Simone Valenti di Firenze.

Lascia un commento