[Indagine Usabilità] Nuovi e vecchi siti web italiani, dei vari marchi conosciuti

I nostri utenti sono pignoli e spesso inviano in redazione le loro opinioni su quanto c’è sul mercato, non risparmiando alcuna marca: abbigliamento, bici, accessori, rivenditori, officine di riparazione e da recente anche i siti web sono nel loro mirino. Le critiche su quest’ultimi sono inerenti all’usabilità che, spesso, a detta dei nostri affezionati utenti, non è come dovrebbe, inadeguata, confusionaria nelle sezioni, anche se belle grafiche con foto a pagina intera, ma non sempre interessano cercando risultati su informazioni ben precise.

Noi di ridersbike.net , pubblichiamo quanto ricevuto e ascoltato anche durante interviste. Dunque come avrete visto, da recente una parte di aziende ha rifatto i loro siti web in stile blog, ove alcuni hanno confuso la comunicazione sui loro prodotti con il marketing sino ad arrivare a non capire dov’è la sezione prodotti, se camuffata in tutto il sito web o semplicemente identificata in una specifica sezione. Altri siti web sono invece ben fatti, trovando ciò che si cerca, quindi ogni sezione fornisce un risultato ben preciso. Vi sono siti web con grafiche più ad albero di Natale, piuttosto che sui contenuti, ma sembra che i webmaster della nuova era riescono a intortare i loro clienti con questo tipo di siti web. Per noi, pionieri del web, siamo sempre alla ricerca della semplicità, se pur i nostri siti web sono in linea del mercato attuale grafico, preferendo però i contenuti inseriti in sezioni ben identificative 🙂

Comunque sia, questa nostra indagine non vuol togliere niente a nessuno, si tratta semplicemente di ciò che sono le opinioni dei nostri utenti e, per reciproca fiducia, stima, ma soprattutto correttezza, riteniamo nel doverle pubblicare. Abbiamo visitato vari siti web delle marche più o meno conosciute, forti del fatto che su Internet ci siamo dal 1994 ed abbiamo acquisito molta esperienza su ciò che è la usabilità, il SEO, il web marketing, ecc.

Partiamo dal primo sito web analizzato dai nostri utenti e poi verificato da noi, cioè quello di Specialized. Dunque la home page è full ad ampia visuale, quindi a schermo intero, come copertina. Le voci sono a passaggio mouse con relativa lista e sezioni. Ogni foto una storia. E’ un sito web stile blog, un mix fra prodotto e informazione. Le categorie principali sono ‘Biciclette – Uomo/Donna – Accessori&Componenti e Conoscere specialized’. Anche in questo caso le categoria ,secondo diversi intervistati ha un non senso, cioè quello Uomo/Donna, in quanto poteva essere Abbigliamento/Accessori e sotto le sotto categorie uomo/donna. A parte la identificazione delle categorie, passiamo alla usabilità. Secondo molti nostri utenti intervistati ci sono dei problemi di visualizzazione a schermo intero, in tablet e smartphone. Un problema da noi riscontrato è il tipo di browser utilizzato, dipende anche dalla risoluzione del monitor. Manca la sezione dedicata ai giornalisti ed anche in quella dei contatti non c’è una mail al quale spedire richieste di informazioni, per la stampa. Quindi in conclusione, rispetto al loro sito web precedente poco navigabile, questo, salvo alcuni aggiustamenti e migliorie tecniche, se pur complesso nel cercare ciò che uno desidera, per noi è un buon sito web navigabile.

.^.

Passiamo al sito web di SELLE ITALIA. Anche questo in stile blog con mix presentazione prodotti e informazione. Foto a tutta pagina con breve titolo di azione del tipo ‘Inizia, prova ,ecc.’. La foto di copertina centrale non è cliccabile. Nel sito web è inserita una sezione dedicata ai commenti/foto dei rispettivi utenti iscritti ai vari social, pre iscritti come Warriors, quindi non foto-commenti ricavati dai rispettivi social, ma selezionati da chi si occupa di gestire il loro sito web. Un problema non indifferente, riscontrato da molti nostri utenti è che, cliccando su una foto poi non si ritorna indietro e devi usare le frecce del browser, finendo però al sito precedente. Idea interessante, ma scarsamente usabile. Da sistemare. Non abbiamo trovato la sezione dedicata alla Stampa od una mail dedicata ai giornalisti. In conclusione risulta un sito web piuttosto confusionario anche nelle categorie dell’header. Quindi l’usabilità è scarsa. Da migliorare.

.^.

Terzo sito web analizzato, FULCRUM. Anche questo è in stile blog, con foto copertina ed a scendere si trova le informazioni in stile notizie. Nell’header troviamo varie sezioni su due livelli. La prima è dedicata ad una serie di sezioni, compreso quella dedicata alla stampa che ha una identificazione alquanto enigmatica ‘Press&Trade’. In diversi si chiedono: Perché Trade? Comunque bisogna registrarsi, ma è del tutto inutile. Noi ci abbiamo provato e siamo rimasti nel limbo ad aspettare. Poi telefonando, un tizio X ci ha riferito che loro selezionano testate e giornalisti. Ovvio, ma almeno rispondere per educazione ? Inoltre la selezione va bene, ma chi si occupa dell’ufficio stampa potrebbe/dovrebbe, almeno per correttezza nell’azienda in cui lavora, prendere informazioni su chi è il giornalista, contattando l’Ordine Nazionale, documentandosi su Internet, ecc. Quali soluzioni ci sono a questa situazione enigmatica ? D’istinto far a meno di scrivere su questa azienda, ma non rientra nella nostra serietà deontologica professionale di giornalisti. Pertanto la soluzione o le soluzioni sono: A) cercare le ultime notizie nel sito web e, se non si trovano, telefonare in azienda e chiedere di parlare con l’amministratore delegato facendo presente la situazione.
A proposito di sezioni del sito web Fulcrum, abbiamo trovato utile quella indicata come ‘Multimedia’ ove vi sono anche video interessanti che sono anche su Youtube. Fateci un salto ne vale il tempo dedicato.
Per quanto concerne le altre sezioni, secondo diversi nostri utenti c’è un pò di confusione fra la presentazione dei prodotti, l’azienda e le notizie. Cliccando sul logo si ritorna in home page. I titoli delle foto in copertina sono cliccabili. Entrando ad esempio nella sezione ‘ruote’ si trovano 4 sotto categorie dedicate al tipo di bici che si possiede, quindi corsa, mtb, cross, triathlon.
Nel complesso il sito è navigabile, quindi usabile. Da rivedere qualcosa nella grafica e sezioni, per esempio quella ‘contatti’ non ha una mail e fa perdere tempo nel rispondere alle domande. Se è per evitare lo spamming, la soluzione non è delle migliori. Concludendo, i nostri utenti ritengono che, rispetto al sito web del passato, quello attuale è migliorato, ma ancora da sistemare.

WORK IN PROGRESS

Pubblicazione contenuti. Per inviare notizie e articoli con foto e /o video, utilizzare la mail: ridersbiker@gmail.com. Per controversie sui contenuti del sito web, rivolgersi sempre al nostro consulente legale Avv. Simone Valenti di Firenze.

Lascia un commento