[Italia] Economia della bicicletta. Lo sprone del ministro dei Trasporti

“L’economia é ormai in cima al dibattito politico” e “lo deve essere anche la bici come sistema economico”. Così “pensare a infrastrutture ciclabili come grandi infrastrutture nazionali é stato un passo avanti enorme”, come pure “aver fatto entrare la ciclabilità nel Piano nazionale delle infrastrutture e della mobilità indica un cambio di cultura fondamentale su cui spesso la società é più avanti della politica”. E oggi “abbiamo a disposizione 370 milioni di euro, due anni fa quando ci siamo incontrati per il GRAB non c’era nulla oggi ci sono 10 progetti”.

Sulle città il ministro Delrio ribadisce che “non basta disegnare due strisce per terra per costruire la ciclabilità e io dico che dobbiamo essere decisi nel dire che nelle città c’e’ una gerarchia inversa e cioè le auto comandano e gli altri si adeguano” una rotta da invertire con “intermodalità e accessibilità alla città”. Cosi “l’economia della bici trattata da questo rapporto – ribadisce – é un tema molto rilevante anche per aiutarci a fare scelte non usuali” e “per cui siamo riusciti a spostare gli incentivi dal trasporto merci su strada al trasporto su ferro”. “Spostamenti al di sotto dei 500 km – conclude – ormai é impensabile che si facciano su strada” così “la via é che anche le aziende passino all’intermodalità”.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.