LA GENESI DEL PROGETTO RIDERSBIKE

logo_GPSMTB

Il nostro progetto nasce per utilizzare il GPS con la MTB nel 2003 e l’anno successivo, nel 2004, viene creato uno staff logistico/tecnico con l’obiettivo di mappare sentieri, percorribili in sicurezza. A quel tempo l’utilizzo del GPS era ancora agli esordi e pochi ciclisti ne facevano uso per le loro escursioni. In alcuni noti forum di mtb e bdc, il nostro progetto veniva deriso e osteggiato da quei ciclisti che, guarda caso, poi iniziarono ad usarlo nelle loro uscite, gare e allenamenti compresi. A parte ciò, in supporto all’attività del nostro staff attivammo un blog specifico identificato in GPS Mountain bike.

GPS_MTBike_logoLo staff era composto da varie figure professionali, fra i quali c’erano i bikers: Federico M, Lorenzo C, Leonardo G, ed altri. Ognuno periodicamente da solo od a coppia svolgeva attività sul territorio di competenza, mappando, verificando sentieri, comunicando situazioni di degrado e quanto altro utile. Questo immenso lavoro è stato in parte ristudiato e collocato all’interno di un nuovo progetto dedicato all’utilizzo del GPS in MTB, per esplorazioni, escursioni e turismo. Il logo ‘GPS’ è disegnato da una brava grafica della ditta Ellegi-Pissei , il cui titolare è Pisaneschi.

gpsoutdoor_logo

Il progetto “GPS MTBike” confluì poi nel 2006 in un progetto più ampio, quale il “GPS Outdoor” e continuò ad essere sviluppato da alcuni professionisti di nostra massima fiducia, ma soltanto all’estero, sino al 2010. Il materiale raccolto era pubblicato su un blog, ma per evitare plagi sono in un archivio off line.

gps_touring_bike-300x212All’interno del GPS OUTDOOR , anni prima, era nato il GPS Touring Bike, dedicato all’utilizzo della bici da corsa su strada; in abbinamento venne creato un apposito staff, quindi un gruppo di ciclisti specifico con una loro divisa identificativa. Il sito web di supporto era il gpsbike. I report diventarono sempre più numerosi, anche con la collaborazione di altri amici e conoscenti stranieri. Il GPS BIKE diventò un punto di riferimento per molti ciclisti, non solo agonisti.

Lorenzo Candido
Lorenzo Candido (Isole Canarie) , indossa la divisa del gruppo GPS MTbike – Bicisport.

Il 3 Maggio 2008 viene attivato, a supporto del nostro partner tecnico, il sito web bicisport.info alias ‘La boutique del ciclismo‘, un progetto per metà commerciale e metà di informazione sui prodotti venduti nel negozio.

ridersbikenet_logo2

Nel 2008 viene attivato lo staff “RidersBike” il quale comprende il GPS bike touring ed mtb. A seguito di ciò vengono realizzate due distinte divise. Il 2 Novembre 2009 termina l’esistenza del blog. I contenuti vengono traslati in altro sito web. A documentazione c’è l’ Archivio storico Bicisport.info!

Il 2 Gennaio 2012 il lavoro svolto dallo staff tecnico/logistico, insieme a quello della redazione giornalistica, viene selezionato e documentato in una testata; all’interno di essa confluiscono i vari contenuti dei blog bicisport.info , gps mtbike, gps touring bike, gps bike ed altri. Gli argomenti ed i settori si ampliano su Ambiente, Salute, Medicina Sportiva (Collaborazione del Dr Flavio Alessandri – Firenze), appuntamenti agonistici ed altro. Nel 2013 decidiamo che la pubblicazione di notizie sullo sport agonistico comportano un dispendio di energie notevoli, pertanto viene ridotta drasticamente la produzione di queste informazioni, seguendo altri settori.

L’esperienza maturata nel corso del tempo nell’ambito ciclismo (Road ed MTB), porterà l’editore Emmegi, insieme ai suoi partner tecnici, nel 2015, nel dedicare il progetto editoriale “RidersBike” al Mountain Biking, ritornando in pratica alle origini, cioé al tempo del GPSMtbike! Ovviamente in modo differente, ma pur sempre seguendo l’iniziale obiettivo.

Nel contempo, i contenuti inerenti al touring su strada, e quanto altro collegato, vengono traslati sul nuovo magazine toscanacicloturismo che si occuperà anche di altri argomenti come, cronaca, attualità, arte, cultura, salute, sport, non solo toscana, ma anche estero. L’ideazione del progetto è di due bikers, Lorenzo Orlandini e Federico Mattaliano. La testata giornalistica viene presentata all’Assessore della Regione Toscana, Vittorio Bugli e ad alcuni enti toscani; fra di essi l’unico che appoggia l’idea è il sito web Turismo.InToscana ove vengono pubblicati alcuni nostri itinerari, infatti il toscanacicloturismo è anche uno staff tecnico/logistico composto da guide certificate europee per l’accompagnamento di ciclisti, italiani e stranieri, sul territorio.

Il magazine Toscanacicloturismo.it /net, dopo un anno di interessanti sviluppi, a fine 2016 viene sospeso ed i suoi contenuti traslano nel sito web del ridersbike.net. Lo staff tecnico/logistico del toscanacicloturismo comunque continua ad esistere, svolgendo l’attività tecnico/logistica e di accompagnamento ciclisti.

Nel 2018, per problemi tecnici, perdiamo il dominio con estensione IT del toscanacicloturismo, il quale viene acquistato da soggetti che si occupano del medesimo nostro settore, in Toscana. Essi non sono in partnership con il nostro progetto originale del toscanacicloturismo.

Nel gennaio 2016, l’Editore EMMEGI, congiuntamente ad altri partner tecnici, decidono di modificare la struttura grafica del magazine “RidersBike”, la quale cambia completamente; viene studiato anche un nuovo logo di cui uno specifico dedicato alla MTB, e, sempre grazie ad alcuni importanti partner, viene sviluppato un piano di comunicazione specifico. Nello stesso anno, viene studiata e poi prodotta una divisa dedicata al MTBiking Riders.

La testata giornalistica RidersBike.net ottiene, sempre nel 2016, l’Alto Patrocinio del Sovrano Ordine di san Giovanni di Gerusalemme – Cavalieri di Malta O.S.J., il cui Gran Maestro è il Principe Don Thorbjorn Paternò Castello di Carcaci e D’Emmanuel.  L’obiettivo è raccogliere fondi per destinarli a progetti filantropici, quando è possibile, sempre con il supporto dell’Ordine di Malta OSJ. 

Nel 2017 iniziamo un sondaggio che dura tre mesi, per capire se il RidersBike.net deve continuare ad occuparsi soltanto di MTB, cambiare la sua identificazione in una nuova, insomma se piace com’è o va cambiato; al termine di tale sondaggio sappiamo che i nostri utenti apprezzano i contenuti pubblicati, l’obiettività delle opinioni sui prodotti testati, la professionalità del lavoro svolto nella ricercatezza e selezione delle notizie e delle informazioni, l’impegno profuso per fornire un prodotto editoriale differente da altri nello stesso settore. Gli utenti però chiedono di espandere gli argomenti anche ad altri settori emergenti e classici, come il Gravel, l’endurance, il bikepacking ed altri.

Nel 2018 il RIDERSBIKE diventa una agenzia di stampa internazionale collegata alla Emmegi Reporters Press, selezionando e fornendo notizie con periodicità quasi quotidiana. Nei social net siamo presenti un pò ovunque.

.°.

Lascia un commento