Prevenzione e salute, Il ciclismo migliora la sessualità?

I vantaggi del ciclismo, come di tutta l’attività aerobica, migliora la funzionalità erettile nell’uomo; questi risultati sono riconosciuti da tempo e, peraltro lo dice Bruno Giammusso, responsabile dell’unità operativa di andrologia urologica dell’Università di Catania. 
La compressione delle arterie pudende può limitare il flusso di sangue ai corpi cavernosi del pene, portando a un’erezione insufficiente, ma soltanto con un esercizio prolungato e allenamenti quotidiani di diverse ore. Per chi svolge attività ciclistica intensa, esistono quindi in commercio dei sellini appositi, i quali consentono di non scaricare tutto il peso sulle arterie pudende.(1)
Alla base di quelle affermazioni che, invece, alla donna fa male andare in bicicletta, esistono degli studi, ma questi inconvenienti si verificano su una minoranza di donne, mentre per altre la bici non ha alcun effetto collaterale. Lo spiega Alessandra Graziottin, direttore del centro di ginecologia dell’ospedale San Raffaele Resnati di Milano aggiungendo:”Le donne che presentano alcuni problemi possono rimediare con qualche accorgimento; per esempio evitare l’uso dei jeans, perché la cucitura particolarmente rigida sottopone a uno stress pelvico ulteriore. Inoltre ci sono selle particolari e persino una biancheria intima appositamente studiata.(2)

Note
(1)  Fonte
(2) Fonte

Pubblicazione contenuti. Per inviare notizie e articoli con foto e /o video, utilizzare la mail: ridersbiker@gmail.com. Per controversie sui contenuti del sito web, rivolgersi sempre al nostro consulente legale Avv. Simone Valenti di Firenze.

Lascia un commento