[Recensione]: SRAM Force 1

La SRAM è stata la prima a introdurre il sistema X1 sui suoi gruppi di mountain bike e l’azienda utilizza questa tecnologia esclusivamente sulle bici di cui ne sono munite. Nel contempo ha continuato lo studio di nuove soluzioni anche su altre bici, come per esempio le road (bici da corsa). Il problema però, come si evince dalla diffidenza dei corridori agonisti, è l’effettiva esigenza di un mono corona  su queste bici da strada. La SRAM però ha già nel listino il Force 1 inizialmente identificato in CX 1 perché montato sul ciclocross (vedi ad esempio la Cannondale SuperX SE 2018) con il gruppo RED sino all’Apex, esclusivamente per freni a disco idraulici.

La redazione di ridersbike, scettica alle novità di questo tipo, forse un pò troppo tradizionalista per coloro che vi lavorano, essendo con esperienze di 20/30 anni nel settore, ha testato per un pò di tempo l’X1 su due tipi di bici: road e ciclocross.

Bisogna partire dal fatto che c’è si qualche pregio a fronte di vari difetti, non ultimo la perdita della catena. I vari utenti bikers ascoltati parlano del solito problema della cosiddetta ‘coperta corta’ già riscontrata in ambito MTB.

 

Il fatto principale, secondo la nostra opinione, è che acquistando una bici montata con un gruppo specifico, si ha la ‘Coperta corta’, quindi necessita di fare degli upgrade, ma a quel punto, vale la spesa? Inoltre prima di acquistare una bici road montata X1 la prima fondamentale cosa da fare è chiedere al negoziante se è possibile fare l’upgrade, altrimenti dopo lamentarsi è inutile!

 

Il gruppo che abbiamo testato è quello della Cannondale SuperX SE, 11/36 mono corona 40T , cambiando i copertoni con Schwalbe, per aver una maggiore scorrevolezza su strada.

Come avevamo già riscontrato sulla SuperX Force1 SE, il montaggio di questo sistema X1 toglie il meccanismo del deragliatore, quindi sparisce la leva a sx del cambio, rimanendo quella del freno.

Come si vede dalla foto sopra, nella parte destra del manubrio rimangono due leve: una è quella del cambio e l’altra il freno.

Inizialmente bisogna prendere un pò di confidenza con il nuovo sistema in quanto la maggior parte di noi utilizza da anni sistemi classici a 4 leve cioé freno/cambio Sx e Dx. Una volta ‘memorizzato’ il funzionamento, si perde la iniziale difficoltà di uso delle leve mancanti.

Sempre in foto si vede la impugnatura vistosa del manubrio che, se confrontata con quella shimano (Ultegra e Durace Disc), non è un granché essendo massiccia, ma quel che conta è che si impugna bene quando serve.

Questo tipo di montaggio X1 elimina quindi cavi ed il telaio della bici risulta esteticamente più pulito, salvo il cavo del freno che fuoriesce vicino alla pinza del freno posteriore.

Le cambiate sembrano fluide, se pur si continua ad avere la tendenza nel osservare cosa abbiamo inserito sino a quando smetti del tutto e ti affidi alle gambe, in base al tipo di percorso che stai svolgendo. Abbiamo riscontrato che la catena cade più spesso delle X2, se pur c’è un meccanismo che dovrebbe fungere da tendicatena.

CONCLUSIONE
Mentre testavamo questo tipo di gruppo sulla Cannondale SuperX Force1, ci siamo più volti chiesti perché comprare una bici con questo tipo di montaggio, oppure modificarne una Road che abbiamo? Come sempre scriviamo nei post, quando testiamo le bici, c’è sempre la solita domanda:”Cosa devi fare con la bicicletta?” Ed inoltre:”Le prestazioni sportive-fisiche sono sufficienti per poter utilizzare l’X1 od è preferibile l’X2?”.

Nel primo caso il gruppo X2 è più fruibile in varie situazioni, mentre l’X1 riduce le possibilità e si potrebbe non fare alcune o diverse salite che di solito si affrontano, un pò come accade in MTB cioé la cosiddetta ‘Coperta Corta’.

Per chi fa gare di ciclocross, essendo allenato, è probabilmente una interessante soluzione, avendo meno leve da usare, ma d’altronde in questa disciplina ‘salti e freni quanto basta’; indi per cui se non svolgiamo gare ciclocross, secondo la nostra opinione, meglio acquistare un X2.

Peraltro se state pensando alle bici da ciclocross per adattarle a classiche girate in compagnia di amici, pergiunta con il monocorona X1, dovrete avere gambe e fiato ed una bella schiena che ammortizzi gli urti 😉

—————

Di seguito inseriamo un video su un montaggio mono corona, in lingua inglese, realizzato da un tester  esperto, per far vedere quanto abbiamo scritto in questo post.

.:.

Specifiche tecniche SRAM FORCE1 montato su Cannondale SuperX 2018

LEVE CAMBIO
SRAM Force 1 HRD

CATENA
SRAM PC-1130, 11-speed

PIGNONI
SRAM PG-1130, 11-36, 11-speed

DERAGLIATORE POSTERIORE
SRAM Force 1 Long cage

PESO
2466 grammi

Altre specifiche sul sito web della Sram.

Pubblicazione contenuti. Per inviare notizie e articoli con foto e /o video, utilizzare la mail: ridersbiker@gmail.com. Per controversie sui contenuti del sito web, rivolgersi sempre al nostro consulente legale Avv. Simone Valenti di Firenze.

Lascia un commento