[Salute & Alimentazione] I principali benefici dello zenzero

I benefici dello zenzero vengono confermati dalle più moderne ricerche scientifiche. La medicina naturale e popolare conosce da secoli lo zenzero come rimedio naturale, peraltro è una spezia che rivitalizza e ringiovanisce. Quali sono le proprietà dello zenzero che la scienza ha già confermato ? Di seguito le elenchiamo:

Antidolorifiche, antinfiammatorie, antiossidanti, sedative della nausea, antidiabete, digestive, anticolesterolo, antibatteriche, antinfettive, riscaldanti.

Ed inoltre questi sono i principali benefici dello zenzero:
Riduce i livelli di colesterolo nel sangue, abbassa i livelli di glucosio nel sangue, allevia i dolori muscolari, allevia i dolori mestruali, favorisce la digestione, calma nausea e vomito, previene le infezioni, lenisce le infiammazioni, riscalda l’organismo, calma il mal di gola
fluidifica il sangue, riduce i dolori artritici, combatte il diabete, calma il mal di testa, allevia la tosse, distende i muscoli, accelera il metabolismo, migliora la circolazione, previene il tumore al colon retto, rafforzale energie maschili, è un viagra naturale, scioglie il muco, previene raffreddore e influenza.

Questi sono i valori nutrizionali per 100 grammi di radice di zenzero:

Calorie 80 , Grassi 0,8 g , Acidi grassi saturi 0,2 g , Acidi grassi polinsaturi 0,2 g , Acidi grassi monoinsaturi 0,2 g , Colesterolo 0 mg , Sodio 13 mg , Potassio 415 mg , Carboidrati 18 g , Fibra alimentare 2 g , Zucchero 1,7 g . Proteina 1,8 g , Vitamina A 0 IU , Vitamina C 5 mg . Calcio 16 mg , Ferro 0,6 mg , Vitamina D 0 IU , Vitamina B6 0,2 mg , Vitamina B12 0 µg , Magnesio 43 mg .

Il modo più semplice per consumarlo è grattugiarne un po’ direttamente a fine cottura sopra riso, pasta, secondi piatti o verdure. Si può preparare anche dolci, bevande dissetanti , tisane o infusi, olio per aromatizzare le vostre pietanze preferite.

Ma quanto zenzero bisognerebbe assumere ogni giorno per ottenere il massimo dei benefici? Generalmente si consiglia una quantità di radice fresca che può variare tra i 10 e i 30 grammi giornalieri.

ATTENZIONE a non superare la dose sopra indicata in quanto potrebbero creare bruciore di stomaco, fastidi intestinali o sfoghi cutanei.

L’uso alimentare è sconsigliato anche alle persone che assumono alcuni tipi di farmaci come gli anticoagulanti e gli antiaggreganti piastrinici.

Fonte

Pubblicazione contenuti. Per inviare notizie e articoli con foto e /o video, utilizzare la mail: ridersbiker@gmail.com. Per controversie sui contenuti del sito web, rivolgersi sempre al nostro consulente legale Avv. Simone Valenti di Firenze.

Lascia un commento