Sindrome compartimentale da sforzo cronico

La sindrome compartimentale da sforzo cronico è una rara condizione indotta dall’ esercizio fisico, che provoca dolore, gonfiore e talvolta anche la disabilità nei muscoli affetti.

Chiunque può sviluppare la sindrome compartimentale da sforzo, ma è più comune negli atleti che partecipano a sport che comportano movimenti ripetitivi, come la corsa, camminata veloce, ciclismo e nuoto. La sindrome compartimentale da sforzo è talvolta chiamata sindrome compartimentale cronica o indotta da esercizio fisico.

Il dolore e gli altri sintomi associati alla sindrome compartimentale da sforzo cronico possono essere caratterizzati da:

Dolorante, bruciore o crampi nell’arto interessato, di solito la parte inferiore della gamba, ma a volte la coscia, parte superiore del braccio, dell’avambraccio o della mano.

Senso di oppressione nell’arto interessato
Intorpidimento o formicolio dell’arto interessato
La debolezza dell’arto interessato.

Intorpidimenti e ipofunzionalità nei casi più gravi
Occasionalmente, gonfiore di stomaco come risultato di una ernia muscolare.

Il dolore cronico segue in genere questo modello:

Inizia subito dopo l’allenamento nell’arto interessato
Peggiora progressivamente fino a quando ci si allena.

Si interrompe entro 15-30 minuti dopo che si cessa l’attività.

Nel corso del tempo, il dolore può cominciare a persistere più a lungo anche dopo l’esercizio,e perdurare per un giorno o due. Fare una pausa completa dagli allenamenti, può alleviare i sintomi, ma di solito solo temporaneamente.

La fonte dell’articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.