[Test] E-bike: Pinarello Nytro

Dopo tanto peregrinare siamo riusciti a trovare una Pinarello E-bike Nytro, cioé una bici da corsa elettrica presentata dalla azienda a Novembre 2017. Partiamo dal concetto che trasformare una bici da corsa in elettrica è per diversi ciclisti intervistati una vera e propria eresia, ma per molti altri quando gambe e fiato ed il cuore non è più giovane ma il desiderio comunque continua ad essere la passione per la bici, la soluzione è una e-bike.

La eROAD racing bike NYTRO di Pinarello non è la primi bici da corsa, all’estero vi sono aziende che producono bici simili. Ad esempio la Giant e la Focus il cui peso è poco meno di 13 Kg (questa bici ha un telaio che incorpora la batteria, simile alla Pinarello).  La Focus monta un gruppo Dura-Ace Di2 con cambio 52/36 e una cassetta 11-30, abbinato a una barra aerodinamica in carbonio Easton EC90, una sella in carbonio Prologo Scratch e pneumatici Continental GP4000S da 28 mm.

PREMESSA:

Le foto che vedete in questo articolo sono per gentile concessione della PINARELLO. Vi chiederete come mai non mettiamo quelle del test, vi  rispondiamo che queste foto hanno un copyright e per pubblicarle abbiamo chiesto al fotografo l’autorizzazione che è stata negata, in quanto ha l’esclusiva con altre testate; mentre il giornalista, corrispondente freelance quindi libero professionista, cambiando il testo dell’articolo/test per non essere uguale ad altre testate, lo ha concesso anche a noi di ridersbike.net.

TEST

Prendiamo quindi feeling con questa bici la cui impostazione è quella di una bicicletta da corsa tradizionale.

Su strada, inizialmente la goduria di poter fare qualunque tipo di salita pervade la propria soddisfazione, ma poi ci si rende conto che aver superato facilmente quella salita del 20% è più una sconfitta dell’ego, piuttosto che una conquista. Ovviamente se non si è allenati per vari motivi, quella salita non è possibile farla e forse si perderebbe la possibilità di raggiungere una vetta ove poi osservare un bel panorama.

Ma quanto pesa la ebike Pinarello ? La Nytro ha un telaio in carbonio T700 ad alto modulo. Alla bilancia sono 14,8 Kg (senza pedali, gps, portaborraccia, ecc.), se pur l’azienda dichiara 13 Kg. Togliendo la batteria siamo sui 10,6 Kg. La batteria pesa 4,2 Kg.

Dal lato tecnico la NYTRO ha un tubo verticale e l’angolo della forcella sono gli stessi di altre bici Pinarello che abbiamo provato, questo vuol dire avere agilità ed alta precisione in curva (per le bici tradizionali). La Nytro cambia in agilità, perché il peso della batteria sotto pancia del telaio si sente in curva ed in discesa.

L’interasse è l’ 1% più lungo, mentre il tubo orizzontale è di un 10% più alto per una posizione più alta quindi un pò confortevole.

Per fermare una bici di questo tipo, in discesa od in caso di improvvisi ostacoli, lo sforzo del disco è notevole; la Pinarello monta freni a disco flat mount da 12mm con perni passanti, per avere stabilità e rigidità torsionale.

La batteria, cioé il cuore di questa bici, è una EVATION by FAZUA (azienda con sede in Germania), composta da 4 elementi:

1. Un drive pack con motore brushless, un esclusivo meccanismo epicicloidale che consente di ridurre i giri del motore con un’interfaccia elettronica per trasferire la potenza verso il movimento centrale.

2. Una batteria agli ioni di litio rimovibile che offre il migliore ratio tra energia e peso. (Il pacco batteria può essere facilmente rimosso dal drive pack).

3. Un movimento centrale con un doppio sensore di coppia e sensori di cadenza integrati, per consentire al sistema di adattare in tempo reale la potenza erogata dal sistema. Il risultato è un’assistenza di pedalata realmente effettiva e non invasiva.

4. Un semplice e facile comando posizionato sul manubrio. Attraverso 3 tasti e un chiaro display LED, consente al ciclista di leggere lo stato di carica della batteria e di controllare le 5 modalità:
• No Support – 0W (Bianco): Il supporto è spento. NYTRO può essere usata come una bicicletta tradizionale.
• Breeze – fino a 125W (Verde): Per massimizzare la durata della batteria
• River – fino a 250W (Blu): Per affrontare qualsiasi salita.
• Rocket – fino a 400W (Rosa): Per le salite più impegnative
• Walk assistance: consente di spingere la bicicletta fino a 6Km/h.

La batteria rispetta la normativa EN 15194, offrendo un’assistenza fino a 25 Km/h con una potenza nominale massima di 250W.

Il telaio è piuttosto particolare nella costruzione, in quanto la progettazione è differente a secondo del peso del ciclista ed inoltre esistono due tipi di taglie, oltre a quelle più consuete, quali la 46.5 e la 50.

La prova svolta su vari percorsi.
La bici da corsa, togliendo la batteria da oltre4 kg, è simile ad altre bici Pinarello se pur si va a giro con una apertura nel telaio non esteticamente bella. Peraltro in discesa il fruscio di provenienza da sotto la batteria, quando non c’é è notevole. Su strada la bici, con il pacco batteria, ripercuote le asperità dell’asfalto, dura ed impegnativa, è facile ritornare a casa con dolori alla schiena ed alle braccia. Nello slancio si sente la potenza come altrettanto nel impegnarsi in salita senza durare la consueta fatica. Bisogna fare molta attenzione nel impostare le curve più strette ove la bici tende a uscire di traiettoria, proprio dovuto allo sbilanciamento della batteria. La massima velocità è di 25 km/h, ben lontana da quella che la maggior parte di chi è allenato supera senza problemi, ma per gli altri è più che sufficiente. Una parola sul cambio SRAM; come al solito non scevro da problemi, inceppi e caduta di catena. Quando regolato funziona come un orologio.  I freni se surriscaldati da una discesa lunga, diventano poi plasticosi e poco modulabili. L’usabilità della bici porta a ‘osare’, ma attenzione a calcolare bene la distanza del vostro percorso, in quanto, se rimanete a ‘secco’ di energia, poi vi portate dietro una bici che pesa oltre 14 kg…quasi quanto una MTB full! In pratica si tratta di una bici racing, ma più touring, anche se rigida come un legno, piuttosto che da gara. Questa è ovviamente la nostra opinione.

Conclusioni
A chi consigliare questa bici? Ai meno allenati che desiderano farsi dei bei giretti touring senza velleità agonistiche; non fate i furbetti superando i vari ciclisti su bici non e-bike, perché il rischio è una serie di insulti ! Quindi non ‘barate’ con l’uso della tecnologia e-bike. La bici non è da uso come ‘muletto’, in quanto avrebbe poco senso.

.:.

Dettagli tecnici forniti da Pinarello:

CARBON RED cod. 936
Carbon Torayca T700
Asymmetric frame
Drop In bearing system with tapered headset
Internal cable routing
Italian thread BB
Frontal seat clamp, integrated and aerodynamic
Flatback profiles
RAD System Disk Brake
Front Thru-Axle 100 x 12 Shimano
Rear Thru-Axle 142 x 12 Shimano
Disk Flat Mount max 160mm
Max Tyre 700 x 28
Sizes 465; 500; 530; 550; 580

Dettagli tecnici della batteria FAZUA EVATION SYSTEM:

Fazua Evation system (with 250Wh battery pack):
Max nominal Power: 250W
Max Power: 400W
Max Torque: 60Nm
Battery energy: 252 Wh
Weight: 4,7 Kg
Max Speed with assistance: 25 Km/h

Drive pack:
High Power density brushless DC motor
Power Board highly compact with USB connection
Exclusive Planetary Gear
Motion and electronic interface to transfer the power to the BB.

Battery:
Battery Energy: 252 Wh
Rated Voltage: 36 V
Weight: 1,4 Kg
Number of recharges: 500 (to 100%), then 60% battery capacity is assured
Time to recharge 0-100%: 3-4hr
Time to recharge 0-80%: 2,5hr
Duration: 1400m uphill in max. support level.

Bottom bracket:
Max Torque: 60Nm
Weight: 1,3 kg

Il costo ? Oltre 7mila Euro…salvo aggiornamenti ultim’ora, sconti, promozioni…

Si ringrazia Cyclcing Type per il video test:

——-> Dove si trova questa bici in pronta consegna ? Cercando sul motore di ricerca Bing si trovano vari rivenditori. Abbiamo telefonato ad alcuni ed hanno il prodotto disponibile o al massimo nei tempi previsti di consegna della Pinerallo.

In pronta consegna da Peruffo:

Pubblicazione contenuti. Per inviare notizie e articoli con foto e /o video, utilizzare la mail: ridersbiker@gmail.com. Per controversie sui contenuti del sito web, rivolgersi sempre al nostro consulente legale Avv. Simone Valenti di Firenze.

1 thought on “[Test] E-bike: Pinarello Nytro

Lascia un commento