[Test] Le Mercedes e le MTB, bocciate quasi tutte le versioni

Da qualche tempo riceviamo dagli utenti richieste di testare le Mercedes per sapere se adatte al trasporto della MTB. Prima di tutto bisogna partire dal concetto che, a differenza di altre vetture, quasi tutte le Mercedes sono inadatte ai percorsi sterrati, salvo i fuoristrada che sono specifici…e forse uno o due SUV. 

Premesso quanto sopra noi abbiamo testato la versione GLK, grazie ad un nostro affezionato utente.

La GLK monta un  turbodiesel a sei cilindri abbinato a un cambio automatico-sequenziale a sette marce; c’è la trazione 4×4 a controllo elettronico. L’allestimento sportivo Edition 1 ha l’assetto ribassato e i cerchi di 20” che ne sconsigliano l’uso nel fuori strada. Il rischio è di battere il sottoscocca o peggio rovinare una delle “minigonne” disposte nelle portiere. Poi non ha le marce ridotte per cui è meglio evitare passaggi critici su sterrato.

La GLK è lunga 453 cm, quindi si presume di avere un ottimo bagagliaio, ma…la capienza è limitata a 450 litri con il divano posteriore in posizione; ovvio che a noi interessa buttarlo giù per avere più spazio.

L’apertura del bagagliaio ha una forma regolare, squadrata, e la battuta del portellone è a 63 centimetri dal suolo, per cui caricare i bagagli risulta comodo. Attenzione: internamente i passaruota rubano spazio prezioso in larghezza.

mercedes_glk_suv_bagagliaiao

Abbiamo provato a caricare un mtb da enduro, AM e Trail…con ruote da 26…poi da 27.5 e da 29. In tutti i casi bisogna smontare la ruota anteriore. Si fa un pò di fatica nel posizionare la mtb, anche aprendo la portiera posteriore per riuscire a sistemarla. Lo smontaggio della cappelliera non è semplice e intuitivo! Il divanetto posteriore 40/60 si potrebbe smontare, ma con molta difficoltà.

Per chi opta la soluzione del portabici posteriore, si ha un ulteriore problema cioè l’ingombro e la visibilità azzerata dal lunotto, che peraltro anche senza è già difficoltosa.

—^—

In conclusione, bella auto per fare i fighetti, molto costosa, si va da un “minimo” di 60mila euro sino ai 140mila, escluso le versioni AMG.

A parte il prezzo, per noi bikers è un’auto da comprare ? Dipende dal portafogli…e comunque l’interno del rivestimento nel bagagliaio è delicato…con il rischio di graffi in modo più facile di quanto si pensi.

Mercedes-GLK-dimensioni
.^.

NOTE VARIE
Per le prove delle auto è inutile chiedere agli uffici stampa, poiché i tempi di attesa sono spesso lunghissimi. Quindi ci siamo rivolti a vari concessionari, in tutta Italia. Qui si è aperta una finestra su un mondo ove siamo fra l’età della pietra ed il medioevo, salvo alcuni imprenditori che realmente vivono in questa era tecnologica. Si perde tempo in chiacchiere da Bar! Ma noi lavoriamo e codesti soggetti che ti rimpallano con le loro donnine del marketing ci hanno rotto le balle! Per poter avere una vettura X dal concessionario, almeno un giorno, od anche qualche ora o soltanto per provare a caricare la bici sulle auto, vi lasciamo immaginare le risposte dei venditori o peggio dei rispettivi titolari. I comportamenti ricevuti da codesti pseudo venditori/titolari/imprenditori sono comunque grotteschi ed alcuni possiamo classificarli anche truffaldini! Gli esempi sono diversi…si va dal “deposito cauzionale” con pagamento anticipato di almeno 5mila euro per fornire la vettura, anche per un’ora…sino ad arrivare alla richiesta del deposito della Carta di Credito (si avete letto bene). A chi legge ogni commento.

9 commenti in “[Test] Le Mercedes e le MTB, bocciate quasi tutte le versioni”

  1. Secondo me l’autore di questo articolo non ha provato e non possiede questi SUV…lo dico da possessore di GLK. Per me alcun problema. La Mercedes dovrebbe denunciarvi per questi articoli fasulli!

  2. In ambiente MTB le testate sono come la sabbia, a dismisura. Per esempio, secondo me questi sono molto più bravi e completi nel esporre gli articoli ed i test: triridemtb . Ovvio ognuno ha la sua linea editoriale.

  3. Testata dove ? Non è registrata in tribunale, non c’è una redazione di giornalisti. Stiamo scherzando ? Quello è un blog di appassionati, non puoi paragonarlo a chi svolge la professione di giornalismo. Non so come le aziende possono fare pubblicità su quel blog, perché di tale si tratta!

  4. Se andate in “About” si legge : “Triride è un progetto nato dalla collaborazione di un piccolo collettivo di rider, fotografi, videomaker e giornalisti, tutti attivi nel mondo della mountain bike. ” Poi nei contatti c’è anche la partita IVA. Informatevi altrimenti scrivete castronerie!!!!

  5. Se intendi non c’è un elenco della redazione concordo, di solito nelle testate registrate, ma anche non, si leggono i nomi…forse ci sarà anche là dentro, ma non li trovo.

    Comunque chi fa lucro con un blog dovrebbe registrare la testata, altrimenti mi sembra ci sono problemi…ripeto mi sembra.

  6. Sono giornalista da vent’anni, lo saprò come funziona questo mondo ?

    Per la legge della stampa se è pubblicità va identificato in modo chiaro, ma se la testata non è registrata l’obbligatorietà rimane presumo a beneficio di chi pubblica quel tipo di contenuto.

    Ovvio il responsabile è sempre il proprietario del sito web.

    Poi sono i lettori a decidere se codesto articolo è fuorviante o piacevole. Certo a me dà fastidio un contenuto di quel tipo, perché non so a chi ed a cosa serve!

  7. Riprendendo il discorso della prova su strada, un’amico aveva la versione precedente del GLK ed era disperato…a parte beveva come una spugna, ma con la troppa elettronica è rimasto fermo diverse volte. In effetti se uno vuole andare in posti specifici con la MTb, compra vetture meno “fighette”.

    Per l’arrabbiatura su alcuni concessionari spocchiosi che vendono Mercedes, vi scrivo in breve che la medesima accade anche su altre marche tipo Volkswagen, Audi, ma anche in Fiat…Penso che dovrebbero essere più umili visto che uno gli compra una latta con quattro ruote ed un pò di tecnologia sopra!

  8. Lerdoni, ma con questo cognome mi sembri un fake…però ti rispondo educatamente!! Quello da denunciare sei tu, e non dire che possiedi la GLK…non sai neanche cos’è! In casa mia abbiamo questo SUV e vado in mtb, ma non la uso mai perché è delicata. Quello che è scritto nell’articolo lo concordo al 100%! Ho acquistato un Land Rover, meno costosa, più adatta ai percorsi impervi. Poi ognuno compra quel che vuole. L’unico appunto all’autrice è quello di non usare toni un pò troppo volgari, comprendo che ci sono imprenditori concessionari rimasti all’età della pietra, ma spesso non sono loro, ma proprio la Mercedes che gli impone cosa fare o non fare. Questi concessionari farebbero molto di più, ma la azienda probabilmente impone i propri fornitori, dove fare la pubblicità nei media, ecc. forse per una questione di cautela e garanzia di qualità. Ovviamente su di Voi se non lo hanno fatto stanno sbagliando, vi seguo dal 2000 anche su altri magazine e siete molto bravi come giornalisti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.