Toscana, Pista ciclabile Abbadia San Salvatore – Piancastagnaio

La pista ciclabile Piancastagnaio – Abbadia San Salvatore è nata con un progetto preliminare approvato nel 1999 dal Giunta della Comunità Montana zona l2 Amiata senese. La Provincia di Siena, successivamente subentrata per sua competenza alla Comunità Montana, ha proceduto alla realizzazione del primo stralcio per uno sviluppo della pista ciclabile dal Comune di Piancastagnaio fino alla casetta cantoniera nel comune di Abbadia San Salvatore.
La pista è stata realizzata a valle della strada provinciale SP 18 del Monte Amiata per una lunghezza di circa km.1+800 di cui 1+100 su rilevato e circa 0+700 in trincea. La sua ubicazione è quasi sempre in aderenza alla strada provinciale si discosta nel tratto in corrispondenza del torrente Indovina sul quale è stato realizzato un ponticello in legno/acciaio. La progettazione esecutiva del secondo stralcio è in fase di redazione.
In questo secondo stralcio si prevede un prolungamento della pista (dalla Casetta cantoniera) per una lunghezza di circa m. 940, in direzione del paese di Abbadia San Salvatore. Su questo secondo tratto sono stati effettuati rilievi topografici ed indagini geologiche da professionisti esterni incaricati dalla Provincia per poter procedere alla successiva progettazione architettonica (interna Ufficio Tecnico) e strutturale (incarico esterno).
L’idea progettuale del secondo stralcio è quella di prevedere lo spostamento di una corsia stradale a monte in modo da aumentare la stabilità della strada stessa e del versante mediante alleggerimento della scarpata. Sfruttare quindi una corsia della strada provinciale attuale per la nuova pista ciclabile.
L’opera di spostamento a monte della provinciale dovrà prevedere interventi per la regimazione delle acque (tombamenti, canalette, drenaggi) e interventi a sostegno scarpata (come terre armate o muri di sostegno) in relazione alle indagini geologiche e calcoli sulla stabilità del versante.
Tale progetto necessita di variante allo strumento urbanistico.

Fonte: Regione Toscana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.