Toscana (Siena), Percorsi ciclo-turistici finanziati: Il Sentiero della Bonifica

Il Sentiero della Bonifica è un percorso di pista ciclabile in sede propria già realizzato che si sviluppa lungo l’argine del Canale Maestro della Chiana, interessando i territori della Provincia di Siena e di Arezzo. Il Sentiero ciclopedonale unisce Arezzo con Chiusi ed ha una lunghezza di 62 km. I Comuni interessati della Provincia di Siena sono quattro: Chiusi, Montepulciano. Torrita di Siena e Sinalunga. E’ stato ricavato da una antica strada utilizzata per la manutenzione del canale e costituisce un naturale tracciato privo di dislivelli, infatti dal punto di vista altimetrico è decisamente facile in quanto si sviluppa costantemente in pianura. Può essere affrontato anche da ciclisti non allenati considerando però la propria autonomia. La traccia ciclopedonale non attraversa centri abitati ma con brevi deviazioni è possibile raggiungere borghi e cittadine della Val di Chiana.Oltre ai contenuti storici e paesaggistici il sentiero ciclopedonale che attraversa tutta la Val di Chiana si identifica per una forte caratterizzazione turistica nel senso della piena fruibilità, così come avviene per le piste ciclabili europee destinate a chi viaggia senza fretta utilizzando la bici come mezzo per vivere pienamente il territorio. L’altimetria decisamente piatta la rende adatta a viaggi per famiglie con bambini.
Il percorso in linea, abbinato al trasporto integrato con il treno, permette di effettuare l’intero tracciato senza dover tornare sui propri passi e i servizi dedicati (noleggio bici, trasporto bagagli, punti assistenza e strutture turistico-ricettive specializzate lungo il percorso) rendono questa strada ciclabile un punto di riferimento nel cuore della Toscana e una meta particolarmente ambita dai naturalisti per il suo percorso che passa attraverso i due laghi chiamati “I Chiari” di Chiusi e Montepulciano rispettivamente Oasi protetta e riserva naturale. Il Sentiero della Bonifica si è aggiudicato il prestigioso premio assegnato da parte dell’European Greenways Award dedicato ai migliori “sentieri Verdi” d’Europa con la seguente motivazione: “per lo sviluppo di un prodotto turistico legato al ciclismo e al podismo in Toscana che permette agli utenti di godere del contatto con la natura, con l’arte e con lo spirito dei luoghi grazie anche alle opere di ingegneria idraulica presenti lungo il Sentiero”.
Il cicloturista, o cicloamatore, inizia a pedalare dalla stazione ferroviaria di Chiusi, raggiungendo facilmente l’inizio del Sentiero.

Fonte: Regione Toscana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.