Vitamina B12, questa sconosciuta

La vitamina B12 NON è prodotta nè dalle piante, nè dagli animali, ma da microorganismi (batteri, funghi, alghe). Gli animali che si nutrono di piante, come tutti gli erbivori, i primati, gli elefanti, e molte altre specie, la incamerano nutrendosi di vegetali e acqua contaminati da questi microorganismi (che si trovano nel terreno, parzialmente ingerito assieme alle piante, o nell’acqua).

La vitamina B12 NON è un farmaco. Quella che si compra negli integratori è esattamente quella che si trova in natura e a cui non abbiamo più accesso: quella prodotta dai batteri.

Per sapere la carenza della B12, i Vegani fanno l’analisi del sangue e poi per 1 o 2 mesi prendono una pasticca apposita di B12.

Da dove si può assumere la B12 ? I vegani e altri vegetariani stretti possono ottenere la vitamina B12 con l’uso di cibi addizionati quali latti vegetali, cereali per la colazione o prodotti a base di soia. Poiché l’utilizzo costante di tali prodotti può risultare poco pratico, medici e ricercatori che si occupano di nutrizione vegetariana consigliano l’uso (giornaliero o settimanale a seconda del prodotto scelto) di un supplemento vitaminico di B12 (fonte Wikipedia).

Nei vegetariani i sintomi di carenza sono quasi sempre solo a carico del sistema nervoso e possono manifestarsi con depressione, disturbi della memoria, formicolii e perdita di forza agli arti, mentre negli onnivori si sviluppa anche anemia macrocitica. Il fabbisogno nell’adulto viene soddisfatto dell’assunzione totale durante la giornata, in più pasti, di circa 3 mcg di vitamina. (Fonte:
Vegolosi.it)

.^.

Altre fonti:
http://health.howstuffworks.com/vitamin-b1.htm
http://www.vegetarian.org.uk/factsheets/b12factsheet.html
http://www.vitaminb12production.ch/

.^.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.