X-Bionic, due pesi e due misure: boicottare azienda per comportamento scorretto?

Nel mondo c’è chi compra questo prodotto, spendendo cifre spesso oltre il reale valore, ma essendo tessuti che, in effetti, funzionano, i ciclisti sono disposti a spendere un pò di più rispetto ad altri marchi meno blasonati, comunque esistenti sul mercato.

Premesso quanto sopra, nel Marzo 2015, alla settima edizione dell’X-Bionic Challenge, è accaduto un fatto che ha lasciato perplessi in molti bikers.

La cronaca dei fatti.

Alla settima edizione, una compagnia editoriale è riuscita a concordare con la X-Bonic, un premio molto particolare.

Ebbene, due uomini e due donne hanno partecipato alla Gran Fondo di Mountain bike e soggiornato gratuitamente (cena e colazione compresa) il sabato sera in un hotel limitrofo alla zona di partenza della manifestazione.

Un soggiorno e una gara regalata, che già da sole conti alla mano costavano diversi euri.

Ma non solo.

La collaborazione di quella compagnia editoriale, di cui non scriviamo il nome, con l’azienda X-Bionic, sponsor ufficiale della manifestazione, ha dato ai 4 soggetti XX, il sabato antecedente la manifestazione, dopo un tour guidato nell’azienda, vestiti gratis, cioé dalla testa ai piedi con i migliori prodotti del marchio, per un valore commerciale di parecchie centinaia di euro.

Ora…su questa situazione abbiamo ricevuto centinaia di lamentele da parte di bikers, poiché, sin quando si trattava di soggiorno e iscrizione gratis, tirabaralla, ma addirittura regalare i capi d’abbigliamento, c’è stata una apoteosi di gente abbastanza incazzata.

D’altronde, mentre c’è chi compra codesti prodotti a caro prezzo, quasi mai senza uno sconto, se aggiungiamo il fatto che codesta azienda ha dei dirigenti che si comportano in modo enigmatico, i quali non sempre rispondono alle esigenze dei clienti e, peggio, ritengono che alcuni blog o magazine siano pressoché fotocopie di altri, allora…per quale motivo sostenere aziende di questo tipo ? Perchè non boicottarle e farle fallire, visto che, grazie a noi bikers si possono permettere di acquistare i macchinoni e andare in vacanza in posti da sogno ?

SVEGLIA GENTE…è giunto il momento di reagire contro queste ingiustizie!!!

Pubblicazione contenuti. Per inviare notizie e articoli con foto e /o video, utilizzare la mail: ridersbiker@gmail.com. Per controversie sui contenuti del sito web, rivolgersi sempre al nostro consulente legale Avv. Simone Valenti di Firenze.

Lascia un commento